I playoff divisione di FC24 club sono un passo verso il futuro competitivo della modalità?

Quest’anno EA FC24 ha apportato diversi cambiamenti alla modalità ProClub;
come abbiamo già visto (nell’ultimo post Instagram) hanno presentato un nuovo logo e il nome ha perso il “pro”.

Come funzionano i Playoff Divisioni?

Altra sostanziale novità è il sistema Divisioni che si divide ora in stagioni, lunghe circa 45 giorni al termine dei quali i progressi vengono azzerati.
Gli ultimi 7 giorni i club accedono ai Playoff della rispettiva categoria raggiunta.
Ogni Team dovrà affrontare 10/20 match Playoff i cui risultati definiscono un piazzamento stagionale, calcolato sul numero di vittorie ed altri parametri.

I premi previsti sono:
– nuovi tifosi
– crediti volta
– exp stagionale

che aiutano il club ad aumentare la propria reputazione (10 liv) e dunque ottenere dei BOT con overall più alti; aiutano il player a personalizzare il proprio avatar ma prevalentemente in Volta.

Questo sistema dovrebbe portare l’utenza a giocare di più…
almeno fino a raggiungere l’ultimo livello di reputazione che richiede diverse ore di gioco (questione di quantità).

C’è paragone con la struttura competitiva attuale?

Sicuramente una soluzione alternativa ma evidentemente distante dalla realtà competitiva attuale che viaggia su un binario parallelo, con un livello di coinvolgimento più alto e con maggiore appeal per chi vive la modalità da anni.

Siamo abituati a squadre virtuali che partecipano a più di 2 competizioni contemporaneamente, con una rosa ampia (non giocano con i bot) attiva principalmente nella fascia oraria serale/notturna.
Significa che non hanno tempo per avanzare nelle divisioni, portare a termine i playoff e sfruttare i premi ridotti a qualche accessorio/capigliatura per i propri avatar.

Il sistema competitive del proclub non apprezza le novità di FC24
Perchè arrivano queste novità?

Probabilmente è il tentativo di intercettare dinamiche di FUT e/o raccogliere dati per un eventuale competitive interno al gioco…
ma siamo ancora assai distanti dall’organizzazione (seppur amatoriale) a cui siamo abituati da anni.
Ciò è testimoniato dai risultati raccolti dai club (che ringraziamo per l’invio dello screen) che inoltre raccontano quanto l’esperienza autocostruita dalla community sia quasi contraria alle novità proposte da FC24.

Tuttavia dovremmo alzare lo sguardo e osservare quella grossa fetta di utenza, che il competitive non riesce ad intercettare e a cui sembrano essere rivolte tutte le novità.
Un’utenza di cui sappiamo poco ma che analizzeremo in un articolo successivo.

Continuiamo a creare contenuti sul calcio virtuale 11vs11 in Italia!

Leave a Comment